01 Ott 2017

Sportello di ascolto psicologico

PREMESSA DEL PROGETTO:

Lo Sportello di Ascolto Psicologico è un servizio di promozione della salute intesa nel senso più ampio che dà l’Organizzazione Mondiale della Sanità: benessere fisico, psichico, socio-relazionale, con obiettivi di prevenzione del disagio per genitori e figli. Lo Sportello d’Ascolto non si delinea quindi come un servizio in cui si effettua una “Terapia”, ma come un servizio che prevede “Consulenze psicologiche”.

OBIETTIVI:

PER I RAGAZZI:

  • Favorire una migliore conoscenza di se stessi e attivare risposte efficaci ai propri problemi e alle proprie difficoltà;
  • migliorare i propri rapporti interpersonali;
  • apprendere modalità di problem solving più efficaci e adeguate alla fase di sviluppo;
  • saper essere efficaci membri di un gruppo di lavoro mantenendo capacità di autonomia emotiva e di giudizio.

PER I GENITORI:

  • Sostenere la genitorialità, valorizzando le risorse e le competenze specifiche della famiglia intesa come primo importante nucleo educativo- relazionale.
  • Accogliere le problematiche e le richieste dei genitori che si trovano in difficoltà o sentono il bisogno di avere indicazioni per affrontare in modo più sereno problematiche legate alle relazioni con i figli e/o con l’ambiente circostante;
  • Sensibilizzare ed eventualmente aiutare i nuclei familiari a contattare i servizi territoriali laddove i disagi espressi richiedono una presa in carico più approfondita;
  • Approfondire determinate problematiche dell’età evolutiva spesso legate a dinamiche relazionali di gruppo e/o di classe.

METODOLOGIA:

Lo sportello offre la possibilità di colloqui psicologici, accogliendo il richiedente in modo non giudicante e aiutandolo nell’analisi del problema e nella comprensione del suo vissuto; ma anche gruppi tematici per i genitori o i ragazzi.

DOVE:

Lo sportello è attivo a partire da Settembre 2017 e viene effettuato sia presso la SEDE della Onlus #Vorreiprendereiltreno (circolo ARCI di Cerreto Guidi, via Roma 2, provincia di Firenze) sia ONLINE per coloro che sono distanti (e quindi anche fuori Toscana) attraverso collegamenti via Skype su appuntamento individuale.

È richiesta la prenotazione chiamando ai numeri che trovate sul volantino in alto.